Viaggiare apre la mente...

Food, Piatti tipici della Sardegna

Come fare i Culurgiones

Culurgiones

Culurgiones


Ricetta

Anche questa ricetta a mio avviso è fantastica, io la faccio in due versioni, da aperitivo che è strepitosa, oppure come primo piatto. Sempre una ricetta sarda. Culurgiones.

Elena viaggiando

Ingredienti :

250 g di semolato rimacinato
130 g di farina 00
160ml di acqua tiepida
1 cucchiaio di olio evo
sale qb.

Per il ripieno:

700 g circa di patate rosse
14 g di foglie di menta fresca
140 g di formaggio pecorino fresco
120 g di pecorino stagionato
½ tazzina da caffe di olio evo
2 spicchi di aglio

Preparazione:

Preparare la farcia (il ripieno) dal giorno prima.
Far insaporire per una giornata l’aglio nell’olio. Far cuocere le patate in acqua abbondante e schiacciarle ancora calde. Unite il formaggio grattugiato e la menta avendo cura di mescolare molto bene. Aggiungete l’olio insaporito eliminando l’aglio e lasciate riposare per almeno una mezza giornata. In una spianatoia impastate farina acqua e sale e un cucchiaio di olio. Lavorate energicamente tutti gli ingredienti sino ad ottenere una pasta liscia e senza grumi . Avvolgete con della pellicola affinché non si indurisca.

Preparate delle sfoglie sottili e con un tagliapasta o un bicchiere ritagliate delle sfoglie rotonde. Preparate quattro o cinque sfoglie tonde per volta – se la pasta diventa dura non chiude a regola d’arte – e in ognuna di esse deponete una porzione di farcia grande quanto una noce (imparerete in fretta a regolarvi). Procedere quindi alla classica chiusura a spiga (questa chiusura in realtà se uno non l’ha mai vista non è facile da spiegare a parole scritte).

Cuocere i Culurgiones in abbondante acqua salata per circa 5 o 6 minuti e condire con sugo di pomodoro fresco e basilico. Spolverare con abbondante pecorino. Ottimo anche con burro fuso menta e parmigiano . Altrimenti grigliateli sulla brace o su una piastra . Serviteli come aperitivo, è da leccarsi i baffi!

Ricetta e foto di Elena Viaggiando

Elena fa parte del gruppo Facebook “Passione In Viaggio